Mo’ Bufala

Posizionamento strategico
Ideazione di marchio
Packaging
Comunicazione online e offline

Lo scenario

Mo’ Bufala è un caseificio che nasce ad Andria, distretto dalla forte vocazione casearia. L’azienda si è posta l’obiettivo di creare un’alternativa alla bufala campana sul canale GDO, con prodotti destinati al banco e al libero servizio.
A Dispenser il compito di raccontare un’intera gamma prodotta esclusivamente con latte di bufala di filiera pugliese.

L’intervento

Il nome Mo’ Bufala nasce dalla volontà di richiamare la mozzarella sintetizzando una tipica espressione meridionale (mo’ = adesso) con l’esclamazione di stupore tipica pugliese.
La strategia creativa di Dispenser ha inteso attribuire alla marca un’immagine in grado di raccontare la qualità del prodotto e l’attenzione alla filiera. L’adozione di una bufala illustrata rappresenta l’essenza della filiera controllatissima, mentre il rosso del logotipo e la diagonale azzurra completano un pack in grado di comunicare un prodotto molto curato. Nella gamma troviamo le classiche buste annodate a mano tipiche per il confezionamento della bufala mentre per tutte le vaschette presenti nel libero servizio è stato deciso il rivestimento in cartoncino naturale al fine di renderle più distintive a scaffale.
Infine è stato prodotto uno storytelling fotografico che penetra l’essenza della filiera dall’allevamento alla lavorazione del latte, declinato poi per supporti di comunicazione offline e un website rappresentativo.